Tre tipi di recensione: quale leggi più volentieri?

Spulciare tra le recensioni online prima di decidere se leggere (o acquistare) un determinato libro è un’abitudine comune tra noi lettori. Basta un clic sul blog giusto per scoprire le opinioni dei book-blogger sulle ultime novità editoriali, o magari su titoli poco conosciuti.

Ovviamente, come il giudizio di un lettore è diverso da quello degli altri, così le recensioni dei blogger non sono tutte uguali. Che siano brevi o lunghe, è comunque possibile dividere le tipologie più frequenti in tre categorie.

 

La recensione analitica

La recensione analitica è quella che esamina nel dettaglio, e si spera con sguardo oggettivo, ogni elemento del romanzo. Sono presenti considerazioni rigorose sull’intreccio della trama, sull’evoluzione dei personaggi, sull’ambientazione e sulle tematiche toccate dall’autore. Solo in conclusione offrono il parere personale del recensore.

In questo caso, il blogger propone una valutazione quasi professionale, forse più adatta agli addetti ai lavori che ai lettori veri e propri. Personalmente trovo una recensione analitica utile per capire se il romanzo che mi interessa leggere è valido dal punto di vista tecnico – che non si tratta di una causa persa in partenza, insomma – e se i temi e lo stile dell’autore potrebbero interessarmi.

La recensione emotiva

Quando un romanzo appassiona, può essere difficile mettere in ordine i pensieri e trovare le parole adatte per esprimere un giudizio complessivo ed esaustivo. Scrivere di ciò che ha colpito di più, quindi, può essere una strategia utile. In queste recensioni, il blogger parla del personaggio che ha amato alla follia, o di quello che invece non ha sopportato. Della scena che ha fatto battere forte il cuore. Del plot twist che non è riuscito a prevedere per tempo. Della frase che ha dovuto evidenziare perché narra una verità importante.

La recensione emotiva, o a caldo, è quella che preferisco, soprattutto se ci sono altre letture e opinioni in comune con il blogger che l’ha scritta. In ogni caso, leggere una recensione pensata sull’onda del momento è come trovare un nuovo amico che ti porge il libro che ha appena finito e dice: “Leggilo, leggilo assolutamente, non te ne pentirai!”.

La recensione equilibrata

Una recensione perfetta, a mio avviso, deve dedicare una parte all’analisi oggettiva e un’altra all’esposizione dell’idea di chi scrive. Racconta brevemente la trama, senza anticipare colpi di scena (o peggio ancora, il finale!), per poi soffermarsi sulla caratterizzazione dei protagonisti e sul mondo reale o di fantasia rappresentato. Quindi il blogger espone le emozioni che ha provato assieme ai personaggi mentre vivevano le loro avventure, e l’idea che si è fatto sullo stile dell’autore.

Quali sono le tipologie di recensioni che preferite leggere, e per quale motivo vi piacciono? Avete in mente altri modelli di recensione? Vi aspettiamo nei commenti!

Rosa Campanile, del blog Briciole di parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.