I posti più belli in cui leggere d’estate

Ogni lettore ha dei luoghi preferiti in cui leggere, che cambiano a seconda della stagione: in inverno si cerca un posto caldo e accogliente, in estate un luogo fresco e luminoso.

E allora scopriamo quattro posti in cui si può leggere d’estate! 

Al parco o in giardino: leggere in mezzo alla natura

Quest’anno niente vacanze? Nessun problema! Molte delle nostre città sono dotate di parchi stupendi sia grandi e conosciuti sia più piccoli di quartiere.

Sono zone verdi perfett

e, dove trovare un angolo fresco e in ombra, mangiare un gelato e poi leggere tranquillamente. Meglio se verso fine giornata, quando il caldo inizia a essere meno opprimente.

 

Per i più pigri, che non hanno voglia di uscire dopo una giornata di lavoro, se hanno la fortuna di avere un balcone, perché non creare una sala di lettura all’aperto?

Bastano un tavolino, musica di sottofondo e riuscire a bearsi della brezza della sera.

 

Per i più fortunati, tutti coloro che hanno un giardino, anche questo è un ottimo luogo dove riposarsi e leggere

tranquillamente.

 

In piscina: relax e refrigerio

Uno dei luoghi più classici dove si porta un libro è la piscina che è un ottimo luogo dove poter leggere durante il periodo caldo, magari sorseggiando una bibita  e cercando di stare attenti che il libro non cada in acqua.

Alcune piscine hanno il bar, che diventa un ottimo angolo per la lettura per ritagliarsi alcune ore di tranquillità.

In spiaggia: sotto l’ombrellone

Il posto più gettonato dove si porta un libro in estate, quello sul podio della classifica è la spiaggia; che si stia sul bagnasciuga o sdraiati su un lettino sotto l’ombrellone, un buon libro è sempre

un’ottima compagnia.

In quanti non amano leggere in spiaggia con il vento che soffia e il rumore del mare poco distante? Una sensazione rilassante, se poi si sorseggia anche qualcosa di fresco è ancora meglio.

Io consiglierei i cocktail analcolici alla frutta.

 

 

E voi dove andate a leggere in estate, avete un luogo particolare? 

 

Erika Tamburini del blog Piume di carta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.