Intervista ad Antonella Arietano, autrice di “Cuore”

Per la rubrica “Interviste”, oggi abbiamo il piacere di ospitare su Ultime dai libri l’autrice di “Cuore”, racconto fantasy uscito il 30 maggio.

Ciao Antonella, benvenuta! La prima domanda è di rito. Parlaci un po’ di te, cosa fai nella vita, oltre a scrivere?

Antonella Arietano autrice fantasyAntonella: ciao Lucia, grazie mille per il tuo interesse! Sono una maestra di scuola dell’infanzia, quindi vivo gran parte del mio tempo a cavallo tra due mondi, quello dei bambini e quello degli adulti. Questo mi ha portata negli anni a sviluppare una grande passione per le fiabe e le leggende, che è sfociata in tempi più recenti in un forte interesse per le tradizioni celtiche. Sono anche (o soprattutto) una mamma: ho tre splendidi figli, di sedici e undici anni e l’ultimo di quattro mesi. Tra la cura della famiglia e il lavoro non mi rimane molto tempo libero, ma tutto quello che riesco a racimolare lo uso per scrivere e per sviluppare il mio sito, Fata in Fabula, dedicato proprio alle mie grandi passioni, ovvero le fiabe, l’educazione e la scrittura.

L’amore proibito tra una fata e un essere umano

In queste settimane sei alle prese con la promozione del tuo racconto  “Cuore”. Di cosa parla?

Antonella: si tratta di un racconto fantasy basato sul grande amore tra una fata, Eileen, e un essere umano, Galvan. La loro storia è difficile di per sé, poiché i contatti tra mondo umano e mondo fatato sono severamente vietati. A complicare le cose interviene Rawenna, una delle fate più potenti, che vuole mettere in atto un antico sortilegio oscuro che potrebbe separare i due amanti per l’eternità. La storia ruota attorno alla dura lotta che Eileen e Galvan dovranno sostenere per poter stare finalmente insieme. Dovranno superare non solo i confini tra i mondi, ma anche i limiti del tempo.

Quali sono state le scene più difficili da scrivere in “Cuore”? Perché?

Antonella: direi l’inizio! Ho dovuto lavorarci a lungo per costruire nel modo migliore la storia d’amore tra i protagonisti e fare in modo che potesse avvincere il lettore. Se non si prova empatia per Eileen e Galvan, non si desidera seguirli lungo il loro difficile percorso; ecco, io dovevo far sì che i lettori volessero fare il tifo per loro, e questo non è stato facile.

Ti riconosci in uno dei tuoi personaggi? Se sì, in quale e perché?

Antonella: non direi di riconoscermi in uno in particolare, piuttosto ci sono aspetti di me che ricorrono in loro. Ho in comune con Eileen il modo romantico e assoluto in cui si getta nella storia d’amore con Galvan, a dispetto di tutte le ragioni per cui dovrebbe evitarlo. Con Galvan condivido la forza d’animo, che lo porta a non cedere anche quando sembrerebbe impossibile mantenersi saldo sull’obiettivo, pur con tutte le paure del caso, peraltro comprensibili.

L’ispirazione arriva da un sonetto di Dante Alighieri

Come ti è venuta l’idea per questo racconto?Cuore, di Antonella Arietano, copertina su LCS Ultime dai libri

Antonella: cercavo l’idea per un racconto da proporre a una casa editrice, e a un certo punto, non so più come, mi è tornata in mente un’immagine dei tempi del liceo. Ha a che fare con un sonetto di Dante, “A ciascun’alma presa e gentil core”: il poeta, completamente assorbito dal sentimento per Beatrice, descrive una sorta di sogno in cui Amore porge alla donna il suo cuore, che lei divora con timore. Ero rimasta molto colpita da quest’immagine, così forte ed evocativa. Da questa ho sviluppato l’idea di un cuore umano bramato da una creatura oscura, allo scopo di compiere un orrendo sortilegio. Il resto è arrivato piano piano, fino alla stesura definitiva che è in uscita adesso.

Il mondo dei selkie

Quali sono i tuoi progetti futuri? Stai già lavorando a un nuovo romanzo?

Antonella: in autunno dovrei pubblicare una novella che nasce come progetto a metà strada tra un retelling e una leggenda celtica, dal titolo “Selkie”, il cui primo capitolo, tra l’altro, è disponibile in “Cuore”. Ho unito un’antica leggenda scozzese che narra delle donne foca, definite selkie, con una sorta di retelling della celebre fiaba “La sirenetta” di Hans Christian Andersen. Nel frattempo, sto ultimando un nuovo romanzo dal titolo provvisorio “Spell”: la protagonista, Adele, trova sepolta nel giardino a casa dei suoi genitori una scatola in cui aveva raccolto oggetti e fotografie relativi a una storia d’amore con un compagno di liceo, Jack, della quale però non serba alcun ricordo. Insieme alla sua amica Beatrix scoprirà che, a quanto pare, un incantesimo di memoria attivato una decina di anni prima ha cancellato ogni traccia della relazione. Insomma, anche in questo caso non ho saputo resistere alla tentazione di ricorrere alla magia!

Grazie per l’intervista!

Antonella: grazie a te, è stato un vero piacere!

 

“Cuore”, qualche dettaglio in più sul racconto fantasy/romance di Antonella Arietano

Tutte le informazioni, compresa quarta di copertina, estratto e formati disponibili, le trovi QUI.

Il libro

Acquista il suo romanzo su Amazon, nella versione ebook e cartacea.

Cuore, racconto fantasy di Antonella Arietano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.